mercoledì 9 giugno 2021

Fidenza Flower Park: l'installazione artistica diventa permanente!

"Ditelo con un fiore". Vale per ogni dichiarazione d’amore anche per quella verso la natura che ci riempie di bellezza e gioia per le meraviglie che ci regala. È questo il senso dell’installazione artistica che vede distribuiti, nella galleria e nell’area verde del Fidenza Shopping Park, ben 30 fiori di grande dimensione, con altezza da 1,50 mt a 1,70 mt e un diametro che va da 60 cm a 80 cm, in particolare costituiti da papaveri e rose.

L’evento-performance, ideato da negrini e varetto, è iniziato il 29 maggio accompagnato in parallelo da un contest che coinvolge diversi social: Facebook, Instagram e TikTok e a cui i clienti del Parco Commerciale di Fidenza possono partecipare attraverso l’hastag #fidenzaflowerpark. I clienti sono invitati a condividere foto e video accanto all’installazione artistica, per i vincitori in palio diverse giftcard per un valore variabile fino a un massimo di 100 euro. L’installazione artistica è anche l’occasione per festeggiare la riapertura delle strutture commerciali dopo il lungo stop imposto dalle norme anti-pandemia che per molti mesi ha visto i negozi chiusi nei giorni festivi e prefestivi. L’allestimento oltre a ispirarsi al tema della natura e della celebrazione dell’amore universale si propone di creare un ambiente unico ed emozionante, dove tornare per un poco bambini, piccolini fra gli alti papaveri e le grandi rose.

I fiori sono piaciuti così tanto al pubblico che la direzione del Parco ha deciso in questi giorni di far diventare permanente l'installazione artistica, realizzata a mano da artigiani modenesi e che avrebbe dovuto terminare il 13 giugno.

lunedì 14 dicembre 2020

Il Calendario 2021 del Borgogioioso con le foto del contest #insiemealborgo

Verrà distribuito questa settimana il Calendario 2021 del Centro Commerciale Il Borgogioioso di Carpi, nato dal progetto #insiemealborgo e dal relativo concorso fotografico. Sarà Babbo Natale a regalare nella galleria del Centro Commerciale le copie omaggio ai clienti giovedì 17 e venerdì 18 dicembre dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:30.

Ideato dalla negrinievaretto, il progetto, nato nell’anno della pandemia, in un presente tanto incerto ha voluto rilanciare e porre le basi di un nuovo futuro a partire dal rapporto tra il singolo e l’ambiente sociale privilegiando uno dei luoghi più conosciuto e frequentato delle Terre d’Argine: Il Borgogioioso perché il “noi” esiste nella relazione e nei luoghi reali dove la socialità si esprime. Le foto che hanno partecipato al concorso sono una fonte di ispirazione per il Centro Commerciale perché hanno saputo interpretare alcuni valori che saranno strategici nel futuro: l’inclusività, essere luoghi rispettosi di tutti, la responsabilità, avere rispetto delle regole, la lealtà, darsi obiettivi di crescita coniugando economia e responsabilità sociale, la credibilità, avere contenuti rilevanti per i clienti e per i punti vendita, l’etica, adottare comportamenti responsabili in termini economici, sociali e ambientali. I protagonisti del Cal 2021 de Il Borgogioioso sono ragazzi e giovani che ci raccontano un luogo di inclusività, rispettoso di tutti, paritario, nuovo e attuale, accogliente verso tutti gli affetti, vissuto con simpatia e senza pregiudizi. 

Nel 2021 non ci aspetta solo un nuovo anno ma una umanità nuova, che ha attraversato difficoltà e disastri e ne è uscita con una nuova consapevolezza che riconosce l’importanza degli affetti, proprio per questo l’organizzazione è profondamente grata per gli scatti fotografici sinceri che i partecipanti hanno regalato in un anno difficile, in cui sorridere e guardare avanti non era scontato, dimostrando che Il Borgogioioso è un luogo di socialità dove si può stare insieme in serenità e sicurezza.

venerdì 4 dicembre 2020

MARIA GRAZIA NERI NELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE FINANZIARIA DI CNCC


Dopo la presidenza di Federpubblicità a Claudio Varetto dello scorso ottobre, un nuovo prestigioso incarico per un collaboratore di Negrini e Varetto.
Maria Grazia Neri, responsabile dell'ufficio stampa, inverstor relator e content manager dell'agenzia, è entrata nella Commissione Comunicazione Finanziaria di CNCC (Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali), in un momento molto delicato per il settore. 

Complimenti e buon lavoro!

mercoledì 14 ottobre 2020

L’Assemblea Elettiva di Federpubblicità elegge Claudio Varetto presidente nazionale

Si è svolta il 14 ottobre 2020, in collegamento online, l’Assemblea Nazionale Elettiva di Federpubblicità, l’unica organizzazione sindacale che raggruppa le imprese del settore della comunicazione d’impresa, che ha eletto il nuovo presidente, Claudio Varetto, socio fondatore dell’agenzia di adv e comunicazione Negrini e Varetto, già membro del direttivo nazionale e attuale presidente provinciale di Federpubblicità Modena.
Classe 1967, dopo gli studi in pubblicità a Milano all’Istituto Europeo di Design e all’Accademia di Comunicazione (di cui è uno degli studenti “fondatori”), nel 1989 ha dato vita con il bresciano Massimo Negrini alla Negrini e Varetto. Oltre a essere presidente modenese di Federpubblicità, dal 2011 al 2020 ha anche ricoperto il ruolo di presidente per l’Emilia Romagna.

“Nel 1989, nello stesso anno in cui fondavo la mia agenzia, - ha dichiarato il neo eletto presidente - in Confesercenti nasceva Federpubblicità. Da allora ad oggi sono mutate tantissime cose, soprattutto nella nostra professione e la pandemia ha ulteriormente velocizzato i cambiamenti già in atto. Il Covid ha accelerato l’adozione del digitale ad ogni livello, impattando sulla comunicazione, sui media, sull’organizzazione del lavoro, sulla distribuzione e sul consumatore, che già da diversi anni è diventato multicanale”.

“Il mio auspicio – ha continuato Varetto – è di riuscire a integrare sempre più in Federpubblicità le diverse professionalità della comunicazione digitale, facendo diventare l'associazione un punto di riferimento per il settore, soprattutto in questo momento davvero critico per l'economia”.

“Ringrazio tutti della fiducia – ha concluso Varetto – in particolare il presidente uscente Nevio Ronconi che tanto ha dato all’Associazione e i colleghi che mi hanno eletto: a loro chiedo di collaborare per rendere le aziende associate protagoniste del cambiamento in atto nel nostro mondo”.

giovedì 25 giugno 2020

I Consigli della Strana Coppia per Il Borgogioioso


E’ online dal 22 giugno, e in meno di 48 ore è stato visto su Facebook da  quasi 40.400 persone, il primo di cinque “corti”, di accattivante informazione di servizio, girati dalla Strana Coppia di Radio Bruno, Enrico Gualdi e Sandro Damura, per il Centro Commerciale Il Borgogioioso di Carpi allo scopo di illustrare alla clientela in modo divertente le modalità dello shopping in sicurezza adottate dalla struttura e riannodare il filo della relazione tra punti vendita e consumatori.


Programmati solo online, sui canali social del Centro Commerciale, al ritmo di due alla settimana, dal 22 giugno al 6 luglio, i cinque Consigli della Strana Coppia affrontano con ironia la nuova esperienza del consumatore, grazie alle gag di due brillanti testimonial d’eccezione: l’umarell alias Enrico Gualdi e il suo inseparabile compagno d’avventure e di battute Sandro Damura.
Da questo curioso punto d’osservazione vengono presentati i percorsi in sicurezza, le buone pratiche per accedere a tutte le strutture oltre a molte indiscrezioni sulle abitudini d’acquisto post emergenza che non possono sfuggire a un osservatore attento, il classico umarell, uscito dal cantiere edile per entrare nell’osservatorio dei comportamenti sociali come suggerisce anche il recente successo del brano di Fabio Concato. Molti i motivi del #dibattito: cosa cerca il consumatore dopo la riapertura dei punti vendita, le richieste più insolite, più simpatiche, si può parlare di spaesamento e revenge shopping o di un nuovo equilibrio tra consumatore offline e online? Mentre su questi interrogativi si spremono le meningi gli ingegneri e i comunicatori di tutti i principali centri di ricerca italiani - dall’osservatorio del Politecnico di Milano alla Doxa alla Nielsen alle grandi società nazionali di media planning - più prosaicamente presso Il Borgogioioso La Strana Coppia intervista gli addetti ai lavori, il direttore, il personale della sicurezza, le commesse e i commessi, e tratteggia un identikit del nuovo consumatore postcovid.   
Tra aneddoti, curiosità e battute, in un periodo in cui gli eventi sono sospesi, sostenuti dalla simpatia dei due conduttori radiofonici molto seguiti e amati dal pubblico proprio per essere due professionisti del buonumore emiliano, i “corti” rappresentano una formula di intrattenimento che offre ai clienti e agli operatori dei punti vendita l’esempio di una comunicazione efficace e sdrammatizzante.
Molto del merito del successo della formula è dovuto a Enrico Gualdi e Sandro Damura, La Strana Coppia dell’omonima seguitissima trasmissione radiofonica in onda su Radio Bruno, che per il loro nome d’arte si sono ispirati alla famosa versione cinematografica, interpretata da Walter Matthau e Jack Lemmon, della pièce teatrale di Neil Simon.
L’idea è stata sviluppata da NegrinieVaretto, agenzia di adv, comunicazione e marketing, in collaborazione con Fotostudio Immagini per la parte di riprese e con La Strana Coppia, il duo più noto di Radio Bruno, coprotagonisti il direttore, il personale della sicurezza, le commesse e i commessi di diversi punti vendita del Centro Commerciale; “I consigli della Strana Coppia” per Il Borgogioioso sono pianificati online, su Facebook, sito internet e Instagram, il Lunedì e il Giovedì alle 13:00, ed hanno coinvolto i seguenti punti vendita che hanno prestato i loro spazi come location: Ipercoop, Gold Gallery Gioiellerie, Champion, Comet, Obi, Robintur Agenzia Viaggi, E’ Qui Parafarmacia, Caffè Diemme, Tabaccheria, Refill Point, Peluqueria.



domenica 26 aprile 2020

Il blog ExtraGulp, nuovo progetto n+v comics


Ha avuto una buona eco il decalogo del buonumore di Giumbolo, l’unico personaggio che deve la piena paternità al noto regista pubblicitario (e non solo!) Guido De Maria, che con l’hashtag #iorestoincasa propone dieci consigli di sopravvivenza anti-coronavirus per aiutare bambini e adulti a superare questi difficili giorni di quarantena, che è stato pubblicato negli scorsi giorni sul neonato Blog "ExtraGulp! I fumetti sul web" e sulle sue pagine Facebook e Instagram.  

Il creativo Claudio Varetto, massimo esperto della weltanschauung del modenese De Maria, che conosce fin dall’infanzia, ha coinvolto il noto regista e autore nell’ennesima “avventura a fumetti” e ha approfittato di questa pausa forzata per giumbolare un po’ e lanciare, con la sua agenzia negrinievaretto, un Blog sul mondo dei comics che rende omaggio a "Supergulp! I fumetti in TV" e promette “molto altro".

Tra il “molto altro” in pubblicazione ci sono le dieci vignette-consiglio, con disegni originali realizzati da Renato Berselli nel 1980 per la sigla di Supergulp e da Riccardo Mazzoli nel 2010 per un remake dell’allegra canzoncina del simpatico personaggio azzurro.
Il decalogo di Giumbolo si propone di strappare un sorriso, tra nostalgia e voglia di leggerezza, in queste giornate in cui siamo distanziati e abbinando hashtag e immagini si sviluppa su vari temi: #cantacanzoniallegre, #faiunpodiginnastica, #giocaincasa, #muovitieballonzola, #curalepiante, #mangiasano, #cucinacosebuone, #suonaunostrumento, #cercailbuonumore, #insiemecelafaremo. 
I dieci suggerimenti di Giumbolo, “simbolo di tutto quello che gioia dà”, in questi giorni inediti di pandemia mondiale ed emergenza sanitaria, in cui dobbiamo stare tutti in casa, esprimono la voglia di ripartire dalle belle cose di una volta, dai bei ricordi che fanno piacere all'anima.

Così come nel 2001, a ridosso del crollo delle torri gemelle, Claudio Varetto, con l’assenso complice del mitico Guido De Maria, lanciò il sito www.nickcarter.it, dedicato al simpatico detective di Bonvi e De Maria, riscuotendo subito un grande interesse, a quasi vent'anni ritorna sul web con un omaggio alla trasmissione cult che dal 1972 al 1981 portò letteralmente i fumetti in TV grazie a Gulp e SuperGulp: due programmi di Guido De Maria e del funzionario RAI Giancarlo Governi. Già partendo da qui il Blog potrà sbizzarrirsi con la trentina di grandi personaggi che popolarono la trasmissione, insieme ai loro autori, seguendo le loro evoluzioni fino ai giorni nostri. Ma l’omaggio alla Nona Arte non si limiterà al passato ma punterà il faro anche su eventi e personaggi odierni.
A fare da anfitrione il simpatico Giumbolo di Guido De Maria che proverà a regalarci un sorriso anche oggi, come già fece negli anni di piombo quando, grazie alla TV, entrava nelle nostre case cantando la sua simpatica canzone.

lunedì 16 marzo 2020

Anche Negrini e Varetto è smartwork.

Nei giorni del Covid-19 anche la nostra agenzia, con la sua sede a Carpi (MO) e il suo ufficio a Pisogne (BS), posti tra Emilia e Lombardia, zone molto colpite dal coronavirus, ha adottato procedure aziendali di prevenzione. Tra queste l'utilizzo dello smartworking per molti dei nostri dipendenti e collaboratori.
Tutto questo pur mantenendo e garantendo la piena operatività ai nostri clienti, in particolare a quelli in settori come la GDO o il trasporto pubblico che comunque non si fermano in quanto devono garantire un servizio alla cittadinanza e quotidianamente sono soggetti a frequenti cambi a causa di ordinanze e decreti che si susseguono. Perciò, soprattutto in questo momento di emergenza, è per loro fondamentale comunicare ai propri utenti e farlo con il tono giusto e in modo puntuale, aggiornato, seppur calmo e responsabile, utilizzando gli strumenti online, social e siti internet.
La Negrini e Varetto rimane operativa proprio per garantire questo presidio, lavorando divisi fisicamente, con molti a casa e pochi altri in ufficio ma con la mascherina addosso, ma uniti virtualmente grazie alla tecnologia.
#andràtuttobene #iorestoacasa #noicomunquecisiamo

mercoledì 6 novembre 2019

Al Meraville Shopping Park la “Meraviglia” Sonics


“Mmm… che meraviglia”, recita il pay-off che ha ispirato la serata inaugurale del rinnovato Meraville Shoping Park di Bologna che sabato 28 settembre ha visto andare in scena, per la prima volta in un parco commerciale, il magico spettacolo “Meraviglia” dei Sonics, il successo mondiale dei più celebri rappresentanti italiani del teatro acrobatico aereo. Una riapertura di grande effetto che ha richiamato nell’area-parcheggio, trasformata in arena spettacoli, migliaia di persone per festeggiare la chiusura di un cantiere importante, protrattosi per oltre un anno, e che ha interessato tutta la struttura. Pay-off, campagna offline e campagna teaser online, che da sola ha raggiunto on air 400.000 mila persone, così come l’organizzazione dei diversi eventi, che sono culminati con l’imperdibile performance dei Sonics, sono stati curati dall’agenzia di advertising e comunicazione Negrini e Varetto.
Lo spettacolo che vede gli artisti esibirsi a 40 metri d’altezza ha richiesto imponenti misure di sicurezza che hanno coinvolto circa 25 addetti alla security, vigilantes e forze di polizia oltre alla presenza di un ingegnere di coordinamento del piano della sicurezza. 

Il Meraville Shopping Park di Bologna, uno tra i maggiori parchi commerciali a livello nazionale, con un totale di 46.000 mq di superficie commerciale, ospita 30 negozi di medio-grandi superfici, di cui 14 brand nazionali, ed è visitato ogni anno da 7,5 milioni di persone.
Il progetto di restyling, realizzato e firmato dall’architetto Emanuele Altea, eseguito sia per la progettazione che per la direzione lavori da Galileo Ingegneria, è stato coordinato da CBRE, leader mondiale nella consulenza immobiliare e nella gestione di centri commerciali, con mandato di gestione e commercializzazione del Meraville Shopping Park per conto di Nuveen.
Sono stati compiuti importanti interventi, come la ristrutturazione completa della pensilina con un nuovo sistema di illuminazione a led, il rifacimento della piazza della food court, con l’inserimento di un dehor con sedute e un playground a disposizione della clientela. Infine, è stato totalmente rinnovato il sistema di wayfinding con l’installazione di totem direzionali.

Una serie di eventi ha accompagnato la riapertura del parco commerciale. Un weekend dedicato ai motori, il 21 e 22 settembre, con la presenza di Duilio Pizzocchi, comico bolognese noto per la partecipazione a trasmissioni di grande successo come il Maurizio Costanzo Show e Zelig, che ha commentato in diretta il Moto GP Aragon che i clienti hanno potuto seguire sul maxi schermo allestito. Sempre il 21 e 22 settembre, i visitatori hanno potuto provare gratuitamente l’emozione di una vera guida su pista salendo su un simulatore professionale di Moto GP. Momento clou sabato 28 settembre, data dell’inaugurazione ufficiale della struttura rinnovata, l’imperdibile successo mondiale “Meraviglia” dei SONICS, preceduto dallo spettacolo “Aspettando i Sonics…”, con diretta live dal Meraville Shopping Park di Radio Bruno. Fin dal pomeriggio i conduttori hanno scaldato il numeroso pubblico coinvolgendolo con interviste, selfi e balli di gruppo.

Negrini e Varetto, società modenese con sede anche in Lombardia, ha curato l’organizzazione di tutti gli eventi, dalla comunicazione all’ufficio stampa, dagli allestimenti alla gestione tecnica nonché la regia live, aggiornando in diretta le pagine dei diversi social. Ha inoltre realizzato la campagna di lancio online e offline, su dinamica, affissioni, radio, quotidiani e tv, con il claim “Mmm… che Meraville!”, basato graficamente sulla ripetizione della lettera “M” che caratterizza il nuovo logo del Parco Commerciale.

Credits:
Key Account: Claudio Varetto
Creative Director: Massimo Negrini
Art Directors: Stefania Vei, Roberta Simoncini
Event Planner: Stefano Soranna, Alessandro Negrini
Press contact: Maria Grazia Neri

Dichiarazione di Claudio Varetto, responsabile divisione Centri Commerciali
“Dopo una lunga fase di progettazione, finalmente il rinnovato Meraville Shopping Park ha inaugurato con un evento mozzafiato che ha richiamato migliaia di visitatori, tutti con il naso all’insù. Un refurbishment che è stato preceduto nei mesi scorsi anche da un divertente contest fotografico dedicato agli “Umarells” che controllavano l’avanzamento dei lavori nel Parco Commerciale di Bologna. Ora siamo già al lavoro per seguire una nuova inaugurazione, a novembre Lombardia”.

venerdì 24 maggio 2019

Il brand di "Mirad'Or art gallery", primo museo sull'acqua in Italia


È il frutto di un brainstorming a più mani, il progetto creativo che ha concepito il brand per il MIRAD’OR Art Gallery, l’unico museo sull’acqua d’arte contemporanea in tutto il Nord Italia realizzato dal Comune di Pisogne, splendida località nella parte nord del Lago d’Iseo, con il contributo di Iseo Serrature.
Il team di creativi, formato dal pisognese Massimo Negrini, art director e socio fondatore della società di adv Negrini e Varetto, e da Gigi Barcella, già direttore creativo di Lowe italiana (Pirella Goettsche) per cui ha seguito alcune delle più celebri campagne di adv, ha realizzato il brand del museo che richiama elementi architettonici tipici di Pisogne.
E, in particolare, la fonte d’ispirazione è stata la struttura dell’antico lavatoio che si affaccia sul lago e che la nuova struttura museale “abbraccia”.
Il concept che ne è stato tratto riproduce la struttura a pietre larghe, su cui le lavandaie ponevano il bucato, che insieme formano una “M” stilizzata, la lettera iniziale di “Mirad’or art gallery”.
Nello stesso tempo il disegno grafico della lettera è come un portale d’ingresso sul mondo dell’arte moderna e contemporanea delimitato da due colonne sormontate da una mensola di linee spezzate. Il logo è stato presentato con un video illustrativo, scaricabile al link qui riportato https://www.dropbox.com/s/4kx8ti0s1y7wkss/mirador_logo_1.mp4?dl=0, nel corso della conferenza stampa organizzata presso la sede di Iseo Serrature, main sponsor dell’iniziativa.
Giunge così a compimento l’ardito progetto del Comune di Pisogne che aggiunge, ai percorsi culturali e artistici del Lago d’Iseo, un ulteriore tassello che unirà alla struttura avveniristica esposizioni qualificate di sicuro richiamo.  E nello specifico, il Comune di Pisogne potrà vantare un percorso museale di ampio respiro che spazia dalla Chiesa di Santa Maria della Neve, con l’importante ciclo d’affreschi di Romanino, alla nuova galleria dedicata all’arte moderna e contemporanea.
L’azienda di adv Negrini e Varetto, che celebra nel 2019 trent’anni di attività, ha voluto rendere omaggio alla città di Pisogne regalando il logo del “museo dentro il lago” alla cittadina bresciana, dove ha sede uno dei due uffici dell’agenzia di pubblicità e comunicazione.

Dichiarazione di Massimo Negrini, socio fondatore dell’agenzia Negrini e Varetto
“L’idea di legare il logo a un elemento caratterizzante del territorio non è inedita, dal brand di New York a quello di Bologna sono tanti gli esempi che puntano a valorizzare elementi forti dell’identità di un luogo. Qui la novità è proprio la scelta dell’elemento, il lavatoio, e la sua perfetta sovrapponibilità alla denominazione del luogo d’arte. Un gioco di rimandi che conferisce un nuovo senso e crea un nuovo spazio per l’arte.”

Dichiarazione di Claudio Varetto, socio fondatore di Negrini e Varetto
“Nel 1987, due anni prima della nascita ufficiale della nostra società, la prima campagna di comunicazione firmata “Negrini & Varetto”, realizzata da due promettenti studenti dell’Istituto Europeo di Design, fu proprio per il Comune di Pisogne, per “Pisognestate”, dedicata alle iniziative estive della località del Sebino. A trent’anni dalla fondazione dell’agenzia, ci è sembrato giusto chiudere il cerchio e omaggiare la collettività pisognese con questo logo, pensato insieme a Gigi Barcella, grande creativo nato a Lovere con cui abbiamo il piacere di collaborare già da diversi anni”.

lunedì 6 maggio 2019

Il gioco ti toglie tutto. Campagna contro la ludopatia.

E' iniziata in questi giorni a hashtagCarpi (Modena), con tre manifesti 6x3 in zone diverse della città, 'Il gioco ti toglie tutto', la campagna di sensibilizzazione sui pericoli dell'abuso del gioco d'azzardo. La campagna, con uno stile volutamente paradossale e fumettistico, è stata ideata dall'agenzia di comunicazione negrinievaretto, con la direzione creativa di Massimo Negrini e Claudio Varetto e le illustrazioni di Emanuele Simoncini, cartoonist in organico all'agenzia che ha ritirato la scorsa settimana il primo premio nella sezione fumetti alla biennale di Venezia. Questo che vedete è il primo dei tre soggetti realizzati. Promossa dalla Rete non giocarti il futuro - Carpi, l'iniziativa - che vedrà alternarsi tre differenti soggetti - è supportata dalla Regione Emilia-Romagna, nell'ambito del progetto hashtagSlotFree, da Città di Carpi e Unione delle Terre d'Argine. Della Rete fanno parte Volontariamo Csv Modena, Fondazione Casa del Volontariato (ente finalizzato al sociale della Fondazione CR Carpi), Presidio Libera Peppe Tizian, Cooperativa sociale Il Mantello, Azione Cattolica, AGESCI, Caritas Diocesana, Lag - Rien ne va plus, MASCI, Movimento dei Focolari, Movimento Slot Mob, Dedalo onlus, I Giovani per Carpi.

martedì 17 luglio 2018

Cat Park: sfilata felina al Fidenza Shopping Park


Carpi (MO), 31 maggio 2018 – Negrini e Varetto, società di advertising che opera nei settori della comunicazione, del marketing, della consulenza e degli eventi, con sedi in Emilia Romagna e in Lombardia, ha ideato e realizzato “Cat Park: sfilata felina a passo felpato”, un nuovo evento dedicato al mondo dei pet, che per la prima volta si è svolto sabato 26 maggio presso il Fidenza Shopping Park, parco commerciale gestito da CBRE, di proprietà ECF Fidenza Retail srl (Savills) e del quale l’agenzia di adv segue tutto il budget di marketing annuale.
L’evento è stato presentato da alcuni special guest dell’emittente radiofonica Radio Bruno: Enrico Gualdi e Sandro Damura, conduttori della nota rubrica “La strana coppia”, e dalla giornalista Clarissa Martinelli, amante e grande esperta del mondo dei gatti. Inoltre altre collaborazioni hanno interessato l’associazione di volontariato “Mici, mici tutti amici”, del canile di Fidenza, e lo store Maxi Zoo del Fidenza Shopping Park.
La sfilata di mici si è svolta nella piazzetta coperta del parco commerciale dove la giuria ha votato e premiato sei categorie: il gatto più anziano e quello più giovane, il premio “Eleganza”, “Simpatia” e “Bellezza” e il premio “Somiglianza” tra gatto e padrone; in palio gift card di Maxi Zoo e ciotole brandizzate del Parco Commerciale. I padroni oltre a sfilare sul red carpet con il loro amico gatto hanno potuto raccontare la loro esperienza quotidiana con l’animale da compagnia considerato più indipendente tra tutti i pet ma anche il più coccoloso e intrigante. Tutti gli animali che hanno partecipato erano domestici e rappresentativi di diverse razze: siberiana, maine coon, British shorthaire, ragdoll, persiano, bengala ed europeo. Gli esemplari molto curati, affiatati coi loro padroni e davvero molto belli hanno catturato l’interesse del pubblico presente e suscitato una sincera ammirazione per felini poco sconosciuti e con caratteristiche così diverse. Dato che il gatto è meno abituato ad essere portato al guinzaglio, si è posto particolare cura nella scenografia creando un percorso su tappeto rosso dove i padroncini hanno potuto portare il gatto in braccio con una sosta intermedia su un piano coperto dove l’animale poteva accoccolarsi. Di grande effetto la postazione della giuria presieduta dalla “gattara” Clarissa Martinelli seduta su un trono dorato con cuscini rossi. Molto puntuali, ricchi di curiosità i commenti di Clarissa Martinelli sulle diverse razze presenti, che hanno dato vita a una “conversazione” con tanti spunti informativi e aneddoti simpatici.
L’evento è stato accompagnato dalla comunicazione che ha previsto una campagna online su Facebook, che invitava i proprietari di gatti a iscriversi per la sfilata, azioni di content marketing (invio della newsletter e l’utilizzo del blog sul sito del Parco Commerciale), adv su testate mirate oltre che un’attività di ufficio stampa che ha portato ad interviste trasmesse da Radio Bruno, che ha una redazione a Parma, e la diffusione di un comunicato stampa che ha permesso di inserire l’evento tra gli appuntamenti del week end su testate online e sull’inserto di Repubblica dedicato a Parma.

Il format si propone di sviluppare relazioni e creare momenti di vita con un cliente amante dei pet, una fascia sempre più importante della popolazione che ha generato nel 2017 un giro d’affari sul mercato italiano dell'alimentazione per cani e gatti di 2.051 milioni di euro con un tasso di crescita annuo del +3,8%, superiore a quello del Largo Consumo Confezionato (+2,3% nel 2017). In crescita del 2,4% anche i volumi, per un totale di 573.940 tonnellate commercializzate. Su una popolazione di circa 60 milioni e 400 mila animali d'affezione di cui 30 milioni di pesci, poco meno di 13 milioni di uccelli, 7,5 milioni di gatti, 7 milioni di cani e 3 milioni tra piccoli mammiferi e rettili.



Dichiarazione di Claudio Varetto, socio fondatore dell’agenzia Negrini e Varetto
“Dopo le sfilate canine, format da noi lanciato da tre anni, inizialmente presso il centro commerciale Il Borgogioioso di Carpi, quest’anno con Cat Park abbiamo affrontato il mondo dei gatti con un evento molto riuscito e partecipato presso il Fidenza Shopping Park. L’evento è esportabile in altri contesti commerciali e guarda a una fascia di clientela molto trasversale in un mercato dinamico e in crescita costante.”

venerdì 30 marzo 2018

buona+pasqua

Che la felicità illumini la vita come un'idea sorprendente.
Auguri!

martedì 23 gennaio 2018

Un 2017 in grande. E nel 2018 si prosegue!

"Il calzolaio ha le scarpe rotte"... E così, in un anno di superlavoro come il 2017, il sito e il blog della Negrini e Varetto sono rimasti al palo!
Nel 2017 la Negrini e Varetto, ad esempio, ha ampliato la sua clientela nel settore dei Centri Commerciali: oltre al Centro Commerciale Il Borgogioioso di Carpi, nostro cliente già da diversi anni, l'agenzia ha iniziato a lavorare sulla comunicazione di due importanti parchi commerciali in Emilia Romagna: da gennaio 2017, il Fidenza Shopping Park, e, da aprile 2017, anche il Meraville Shopping Park di Bologna.
Oltre a tutta la comunicazione (adv off-line e on-line, social, PR ed eventi) l'agenzia si è occupata del restyling dei siti delle tre realtà commerciali che hanno confermato il rapporto anche per tutto l'anno 2018.
Queste acquisizioni e ulteriori incrementi di lavoro, hanno portato l'agenzia, tra i due uffici nelle province di Modena e Brescia, ad aumentare nello scorso anno il proprio organico.
Allora buon 2018... presto anche noi con un sito internet nuovo!

giovedì 16 marzo 2017

Anche Giumbolo ha la sua pagina Facebook!


Giumbolo e Guido De Maria
Il 15 marzo 2017, a 40 anni esatti dalla messa in onda di Supergulp, la trasmissione che portò i fumetti in TV, ha aperto la pagina Facebook di Giumbolo, il personaggio a cartoni animati che deve i natali a Guido De Maria: regista, umorista, creatore di “caroselli”, ideatore della mitica trasmissione televisiva insieme con Giancarlo Governi, responsabile dei programmi del secondo canale RAI allora agli esordi.

Guido De Maria, in sodalizio con l’amico Bonvi, creò anche il personaggio di Nick Carter ma il ballonzolante e gongolante personaggio in blu è uscito tutto dal suo pennarello per la mitica trasmissione dei Fumetti in TV, con la sua canzoncina allegra e sonora come uno scroscio di risate, gioiosamente musicata dal mitico Franco Godi, autore tra l’altro dei più memorabili jingle pubblicitari italiani, di tutte le sigle di Gulp e Supergulp e delle musiche per le storie di Marzolino Tarantola e del Gruppo TNT. La pagina ufficiale del personaggio sul social network più popolare è www.facebook.com/giumboloofficial ed è curata da Claudio Varetto, biografo “storico” di Guido De Maria. Giumbolo è il simbolo di “tutto quello che gioia dà”, solare e ironico e nell’ampia galleria di personaggi inventati dal regista modenese, nato a Lama Mocogno di Modena di cui vanta anche la cittadinanza onoraria, di formazione bolognese e in seguito modenese per amore, incarna la filosofia di vita del suo autore.

In primo luogo una vocazione esistenziale al buonumore, poi una natura giocosa e, non certo ultima, una generosa apertura di credito verso la vita e le persone. Questo è insieme, e con ampia economia di parole, Giumbolo e Guido De Maria.

Guido De Maria è un uomo dell’Emilia, una terrà dove le passioni diventano imprese produttive e i prodotti non sono merci sono simboli di creatività, ma non bastano le origini a descrivere il nostro uomo. Nato nel 1932 in una delle località più panoramiche dell’Appennino modenese, esprime una capacità creativa versatile capace di attraversare vari media: dalla carta stampata, con le vignette pubblicate su Candido, L’Europeo e su Epoca allora diretta da Enzo Biagi, agli spot della proto-pubblicità di Carosello alla creazione di quello che oggi si chiamerebbe un format televisivo ovvero Gulp! e poi Supergulp! E ancora più di recente con la regia di uno spettacolo teatrale Favolopera con il gruppo lirico Amarcord, capitanato da un grandissimo Claudio Mattioli anche lui di Lama Mocogno (per non esaurire il citazionismo Emiliano!).

Una capacità di raccontare storie, oggi si direbbe - con scarsa originalità - storytelling, e di far sorridere che continua inesauribile fino agli ultimi spot, plurilingue, dei nanetti Loacker realizzati con tanta artigianale arte del disegno, conoscenza dei meccanismi dell’animazione e della regia. E’ davvero difficile restituire in poche righe tutta la ricchezza del mondo che De Maria è riuscito a inventare, bisogna sentirlo raccontare direttamente da lui nello spettacolo comico, pieno di aneddoti, con cui sale sul palco in occasione di serate e rassegne dedicate all’umorismo e ai fumetti.

La sua lunga carriera gli ha valso diversi riconoscimenti tra cui il Premio Nazionale di Regia Televisiva nel 1978, il Premio Tenco nel 2015 e quest’anno il Premio Ciliegia d’Oro di Vignola, riconoscimento istituito nel 1981 dal Centro Studi di Vignola col sostegno dell'azienda Toschi per rendere omaggio a personalità di spicco della cultura, dell'economia e del sociale. Soprattutto gli ha regalato un pubblico di affezionati fan che aspettano in edicola le storie di Nick Carter, appena rieditate dall’editore Mondadori, e magari in futuro anche nuove storie di Giumbolo. Perché tra riscoperte e novità la carriera di Guido De Maria sembra inesauribile, una vita di sorrisi su cui è impossibile chiudere la porta.

venerdì 11 novembre 2016

Vivi, ama, godi. Serramazzoni ha il suo City Brand.


Il Comune di Serramazzoni, nel solco della migliore esperienza di promozione  turistica, si è dotato di un proprio city brand nell’ambito di un progetto ideato e seguito dalla negrinievaretto e realizzato grazie al contributo dell’istituto di credito di Modena Banca Popolare dell’Emilia Romagna, rivolto a promuovere iniziative e soggetti del territorio in grado di qualificare il Comune come destinazione turistica. Il city brand sarà un bollino di qualità che accompagnerà le attività turistiche e culturali del Comune oltre a quelle promosse da soggetti, anche economici, dell’area.

Il city brand, presentato in una conferenza stampa presso la Camera di Commercio di Modena, è composto da un logo e da un pay off. Il logo riunisce in una sintesi grafica diversi elementi: due “S” intrecciate riconducibili al toponimo “Serramazzoni” e al termine “Slow”, valori caratterizzanti l’identità del territorio, che possono anche essere declinate in diversi temi, lo Sport o i Sapori, e un simbolo che richiama nella medesima forma grafica la merlatura di una torre, la Torre del Castello di Monfestino già presente nello storico stemma del Comune, e una forchetta, qui assunta come cifra grafica che evoca il mondo del food, dei sapori caratteristici della tradizione dell’Appennino emiliano. La forchetta trae spunto dalla presenza di una molteplicità di giacimenti gastronomici presenti nell’area territorialmente riconducibili ai borghi presenti nel territorio comunale.

Il pay-off, ovvero il motto che accompagna il logo, è “vivi, ama, godi”. Nasce dall’assonanza con il nome del Comune, (Serr-ama-zzoni), e riassume in un crescendo, suggerito dai tre verbi, l’invito a conoscere, a lasciarsi ispirare e ad assaporare tutto quanto può offrire il territorio di Serramazzoni, quella destinazione – subito dopo Maranello – dove l’Appennino ha inizio.

Il city brand è declinabile in vari temi e colori ma elegge come colore principale il verde con riferimento geografico al verde dei vigneti delle colline di Serramazzoni, unico territorio collinare che vanta una produzione di vini di qualità e di cantine aperte ai visitatori, e fa esplicito riferimento al tema del “Turismo lento, verde e attivo”, cluster definito a livello internazionale con cui si identificano le attività turistiche che si richiamano allo sport, al verde o allo slow living dei “cammini”.

La sintesi espressa dal city brand incarna la vision di Serramazzoni sulla propria vocazione turistica, e rappresenta la mission che dovrà essere rispecchiata nelle iniziative delle diverse componenti del territorio, che già a partire dal 2017 potranno delineare un percorso come destinazione turistica di qualità di Serramazzoni.


L’iter con cui è stato definito il city brand.

Il Comune di Serramazzoni ha avviato a maggio 2016 un progetto per l’identificazione del city brand attraverso vari incontri e step. Sono state così definite la mission, che risponde alla domanda perché esista una valenza “turistica” del Comune di Serramazzoni, e la vision, che implica la capacità di pre-figurare lo stato futuro desiderato del turismo a Serramazzoni. Si è andato così chiarendo un ambito strategico e alcuni obiettivi operativi (che misureranno il raggiungimento della vision attesa) e che saranno condivisi con gli operatori economici e della società civile del Comune di Serramazzoni, tra cui l’Istituto Alberghiero, il Fai, Slow Food, il Cai, Lega Ambiente, ma anche il Museo della Rosa, le società sportive e poi caseifici, cantine, agriturismi.

Tra i passaggi cruciali di questo percorso, accompagnato dall’agenzia Negrini e Varetto, l’utilizzo della tecnica del focus group, a cui hanno partecipato opinion leader del territorio modenese. L’intervento degli esperti è stato guidato da un questionario a domande aperte, precedentemente predisposto e approvato. Ai focus group hanno preso parte Luciana Serri, Consigliere regionale Emilia Romagna e Presidente della commissione politiche economiche della Regione ER, Massimo Silingardi, Presidente Confesercenti Modena, Giovanni Perfetti, ex-direttore del Museo Ferrari di Maranello e del Museo casa natale Enzo Ferrari di Modena, Guido De Maria, umorista, autore e regista di Caroselli, spot e trasmissioni televisive cult come Gulp! I fumetti in TV, Roberto Alperoli, direttore artistico di Poesia Festival ed ex-assessore alla cultura Comune di Modena, Rodolfo Giovenzana, ex-giocatore di volley olimpico e presidente onorario della Scuola Anderlini, Paolo Vignocchi, fiduciario Slow Food Frignano.

Gli opinion leader scelti rappresentano diversi mondi: quello delle istituzioni, delle categorie professionali, dell’associazionismo e dell’industria culturale, aspetti che in alcuni casi coesistono nell’ambito dello stesso curriculum vitae e professionale; tutti a vario titolo sono percepiti come espressione della modenesità. L’obiettivo dei focus era verificare come viene percepita Serramazzoni dall’esterno per misurare l’efficacia dei messaggi di natura turistica che il Comune e i suoi operatori veicolano all’esterno.

Il lavoro qualitativo dei focus ha permesso di individuare i valori rappresentativi, i luoghi fisici e dell’”anima” di rilievo del territorio e le linee guida della sua vocazione turistica.  Secondo gli opinion leader per “promuovere l’appeal di Serramazzoni occorre ripristinare quello che i modenesi, e non solo loro, amavano di Serramazzoni, e ristabilire un contatto con un territorio bello e accogliente recuperando la reputazione, la piacevolezza e l’autorevolezza del luogo. Va soprattutto recuperato il rapporto emotivo, la capacità di creare emozioni”.

Sulla base del follow up generato dai focus è stato creato il briefing e da qui sono nate tre proposte creative tra cui è stato scelto l’attuale city brand. La presentazione del city brand con le motivazioni della scelta guiderà le realtà turistiche del territorio nella individuazione delle iniziative già a partire dal 2017.